AGRINSIEME E LA VOLONTA’ DI SCEGLIERE: PERCHE’ LA RURALITA’ NECESSITA DI PONTI NON MURI

Riportiamo a seguire un importantissimo documento presentato da Agrinsieme, mediante cui sei strutture rappresentanti del tessuto agroalimentare laziale esprimono osservazioni in merito alla proposta presentata dalla regione riguardo la misura 2.1.1 del PSR Lazio.

Riteniamo di particolare importanza e di forte spessore non solo l’ aspetto tecnico, ma in particolare il desiderio di declinare in termini strategici e di prospettiva questa misura e il PSR.

Il carattere fortemente innovativo del documento e l’evidente e condivisibile necessità di avviare un percorso in grado di dare vera competitività al tessuto produttivo laziale, rappresentano pilastri su cui costruire anche la prossima progettazione .

Crescita del capitale umano, la ruralità come sistema incentrato sulle agricolture ( ed i connessi effetti che questo genera: non si può ragionare a compartimenti stagni, l’ imprenditore agricolo non è solo dinamo economica ma pivot di un sistema di relazioni e di processi ) e la necessità di declinare e leggere l’ assistenza sia in termini attuali ( non solo secondo prassi e procedure ormai superate da tempo ) sia con una capacità d’ impatto reale e quindi declinata, laddove possibile, su proposte ampie ed espressione di problematiche comuni rappresentano chiavi di lettura necessarie .

Siamo felici che ci siano realtà come Agrinsieme ancora in grado fotografare e comprendere le esigenze di oggi, ed allo stesso tempo di studiare e analizzare le sfide per il prossimo futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *