Elp partecipa al laboratorio abbinato a Cosmopolitica, "la ruralità si rilancia con progetti territoriali e cabine di regia efficienti"

Elp ha partecipato con interesse e propositività a Cosmopolitica ,iniziativa di Sinistra italiana, presso il palazzo dei congressi su ambiente ed agricoltura.
11143185_1718856881692497_5868967679256677139_oIl fatto che il mondo politico e la società civile parli di agricoltura coniugandola con il territorio è un aspetto fondamentale; in tutte le occasioni in cui questa opportunità si darà, la nostra cooperativa sarà felice di partecipare a queste iniziative.
E’ importante parlare di agricoltura, ma consapevolmente al fatto che agricoltura non può essere intesa solo come salvaguardia del territorio, ma anche come un comparto produttivo che genera economia.Come per l’industria, è necessario costruire un’agricoltura ad impatto zero, che sia sinergica con il territorio ed in cui fruibilità e sostenibilità siano collegate in modo continuativo con la produttività del territorio stesso, in termini di produzione agricola , servizi e turismo.12029733_1718856758359176_7453457937350708615_o
Risulta evidente che fermo restando l’ importanza dello sviluppo economico, per rilanciare e rigenerare il territorio rurale sia fondamentale un nuovo paradigma di sviluppo che faccia del trinomio agricoltura, turismo, sostenibilità , uno dei propri cardini.Il presidente della cooperativa Elp MAtteo Salvadori ha sottolineato la necessità di un reale lavoro territoriale in cui si vada oltre le filiere localistiche per promuovere una rigenerazione che sia davvero impattante ed in grado di utilizzare in modo efficiente i finanziamenti e le politiche comunitarie (ricordiamo sempre che la UE dedica all’agricoltura il 40 % delle proprie risorse).In generale gli interventi sono stati molti ed articolati, tra questi ricordiamo quelli dell’on. Zaccagnini che ha evidenziato lo stretto link tra ambiente ed agricoltura e quelli di Carlo De Angelis e Giacomo Lepri che hanno illustrato rispettivamente l’importanza dell’agricoltura sociale e la scommessa fondamentale del ricambio generazionale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *