Scopri il Psr: fai GAL! GAL Sabino

Per entrare nel merito del nuovo piano di sviluppo rurale del Lazio 2014-2020, attraverso il primo bando emanato ossia quello della misura 19 riguardante i gruppi d’azione locali (Gal) , la cooperativa Elp vuole far scoprire l’importante ruolo di valorizzazione del territorio che è stato svolto sulla precedente programmazione tramite questa misura, andando a conoscere attraverso i siti web, quelli che sono stati i più importanti Gal operanti sul territorio laziale, e di come questa interconnessione tra pubblico e privato tramite i gruppi d’azione locali sia uno degli strumenti di più forte impatto per un rilancio reale della ruralità laziale.
Il Gal preso in considerazione questa settimana è quello SABINO
gal sabino
Il GAL “Sabino” è costituito da un insieme di partner pubblici e privati.
Provincia di Rieti.
I Comuni interessati sono 20, compresi nella provincia di Rieti: Casperia, Cantalupo in Sabina, Collevecchio, Fara in Sabina, Forano, Magliano Sabino, Mompeo, Montebuono, Montopoli in Sabina, Poggio Catino, Poggio Mirteto, Poggio Moiano, Poggio Nativo, Roccantica, Salisano, Selci in Sabina, Stimigliano, Tarano, Torri in Sabina, Vacone;
Gli altri soci del partenariato sono: Confartigianato, Coldiretti, Assoimpresa, CIA, Confagricoltura Viterbo Rieti, Ass.ne Italiana Coltivatori, Confcooperative, LegaCoop;
Il titolo del Piano di Sviluppo Locale “La Sabina un territorio da offrire” racchiude in sé gli obiettivi che il Gal Sabino si propone con il presente progetto. Il territorio sabino si è da sempre distinto per l’abbondanza e soprattutto per la qualità dei prodotti che i suoi abitanti sono riusciti, e riescono, a ricavare; una ricchezza materiale dovuta soprattutto all’appetibilità dei prodotti sabini, ricercati dall’età romana in poi. Accanto a questa ricchezza di prodotti si affianca un territorio a grossa valenza ambientale ma anche artistica.
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *