Agrinsieme: la sfida possibile delle Agricolture.

La giornata di approfondimento sulla ruralità RE.LA.TE. organizzata il 20 Aprile dalla Cooperativa ELP a Rieti è stata una importante occasione di confronto tra diverse realtà e soggetti operanti a livello interregionale e nazionale in campo agricolo e rurale.
Nell’arco del confronto mattutino, infatti, una serie di autorevoli relatori sono stati stimolati sui tempi di attualità inerenti il mondo rurale dal moderatore e studioso della ruralità Matteo Salvadori.
Numerosi e qualificati gli interventi dei relatori, che hanno apportato da molteplici prospettive la tematica della giornata.
Dalle associazioni di categoria al mondo dell’università ( intervento di Angelo Frascarelli PAC, il Piano strategico nazionale ) passando per reti di imprese e istituzioni, ringraziamo ancora il Sottosegretario Battistoni ( con il suo intervento Agricolture e Strategie Sovralocali ) per la partecipazione e gli spunti di riflessione posti all’attenzione della nutrita platea collegata online, grazie alla diretta web allestita su diverse piattaforme.

Con il lavoro dei tavoli di approfondimento pomeridiani, infatti, i contatti complessivi registrati durante la giornata hanno raggiunto quota 8.000, dimostrando da un lato il successo dell’iniziativa e dall’altro – e ciò è particolarmente significativo – che la necessità di affrontare la tematica rurale sotto diverse lenti è ampiamente sentita e condivisa dai territori.
L’impostazione generale nasce dal lavoro sviluppato dalla cooperativa ELP, in particolare sul territorio reatino e i dati che emergono dal confronto tendono verso una direzione: quella di una rivisitazione complessiva del ruolo e del lavoro politico delle associazioni di categoria, soggetti fondamentali per la definizione di programmi e strategie che siano calzanti e appropriati per i territori rurali, in particolare quelli italiani.
Su questo punto ricordiamo l’intervento di Giansanti (portavoce Agrinsieme), volto a sottolineare la necessità di rinnovamento delle associazioni di categoria.
Il ruolo delle associazioni di categoria è fondamentale per indurre la politica ad uscire dalla logica della “conta dei voti” e tornare a definire strategie, ad ascoltare e rappresentare, ad esprimere e difendere la dignità socioeconomica degli ambiti rurali.
Con gli interventi di Marini ( intervento sulla Crisi delle Rappresentanze ) e Giansanti ( intervento sul Modello Produttivo dell’Agroalimentare ) in particolare, è stata posta l’attenzione sul ruolo e sulla necessità di cambiamento dei sindacati e delle associazioni di categoria.
La presenza della Legacoop Lazio Sud e Agrinsieme, oltre a Copagri e a Confagricoltura ha messo in evidenza come non tutti, però sono pronti a prendere atto di questa necessità di rinnovamento.
Partire dalla produzione e dal prodotto valorizzando il portato culturale, territoriale, sociale, caratterizzare e rendere unici i nostri prodotti e i nostri territori rurali passa dalla considerazione dell’importanza del secondo pilastro della PAC, spesso mal giudicato dalle stesse associazioni di categoria e troppe volte lasciato alla deriva strategica e operativa.
Questa la posizione che emerge dagli interventi di Giansanti, Neglia e Del Monaco, in particolare.
Sull’equilibrio tra primo e secondo pilastro e sulla necessità di ribadire l’importanza di valorizzare in termini produttivi anche valori e portati etici, ambientali e sociali si sono aperti i due tavoli di lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *