SAPERE E TERRITORIO: LE FILIERE NARRATE DALLA COOPERAZIONE

Sottolineare l’importanza della cooperazione tra agricolture e territorio laddove le scelte politiche agricole non incontrano quasi mai il tessuto sociale appare una pratica necessaria per una crescita reale del paesaggio e del tessuto degli attori territoriali.

In merito a ciò, il comune di Pastena si è mosso con distinzione -ricordiamo che il comune è il soggetto capofila del progetto 16.9.1- con il progetto RURALITA’: ETICA E SUGGESTIONI (R.E.S.) proponendo un nuovo paradigma di cooperazione, finalizzato allo sviluppo e alla crescita sistemica e volto a trovare una nuova strategia sostenibile, partendo dal valore delle tradizioni, ponendo come cardine la capacità di fare rete, sistema da parte del tessuto sociale e produttivo.

Ultimo, ma non ultimo, elemento fondamentale la narrazione dei sistemi di produzione e di distribuzione, per grandi e piccini infatti, con il supporto di degustazioni gratuite nella giornata di sabato 17 luglio a Pastena  di prodotti di aziende agricole del territorio, si è svolto anche un laboratorio didattico delle filiere orticole(pomodori e zucchine) e delle erbe aromatiche, i prodotti sono stati illustrati e spiegati successivamente alla degustazione.

Presente come soggetto proponente nella giornata di sabato anche il GAL Terre di Argil, che interseca e incastra perfettamente le iniziative portate avanti dal comune di Pastena con il suo slogan “Dove agricoltura e cultura hanno la stessa radice”, elemento fondamentale del Piano di sviluppo Locale del GAL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *